Prestito personale

CHE COSA E' IL PRESTITO FIDUCIARIO

Il prestito personale o "fiduciario" è un finanziamento alternativo alla cessione del quinto e del prestito delega per quei lavoratori che non possono ricorrere a queste due forme, siano essi dipendenti privati di piccole aziende o lavoratori autonomi

Il prestito fiduciario è un prestito personale che prevede l’erogazione di denaro a fronte di una specifica finalità, non è tuttavia necessario acquistare uno specifico bene o un servizio definito.

Generalmente, l’erogazione del prestito fiduciario avviene tramite bonifico bancario diretto sul conto corrente del richiedente, tramite assegno ordinario oppure tramite l’apertura di un nuovo conto corrente (in gergo nuova linea di credito).

Il prestito fiduciario non presenta spese di apertura della gestione della pratica e l'intero importo del finanziamento è erogato in un'unica soluzione o in due soluzioni con anticipo e saldo.

Il capitale erogato viene rimborsato tramite delle rate mensili a cui viene applicato un interesse a tasso fisso o è anche possibile restituire il capitale tramite le cambiali. anche con pagamento di cambiali. Con un prestito fiduciario in corso è anche possibile richiedere o avere già in corso un'altra tipologia di finanziamento se le rate stabilite non raggiungono 1/5 dello stipendio, termine stabilito per legge.

IL PRESTITO FIDUCIARIO PER I DIPENDENTI E AUTONOMI

Si tratta sostanzialmente di un prestito senza indicazione della destinazione della somma erogata, concesso a lavoratori dipendenti di imprese private ed autonomi che non possono accedere alla cessione del quinto.

A differenza di quest'ultima soluzione, tuttavia, il pagamento delle rate non viene effettuato "a monte" dal datore di lavoro prima dell'accredito dello stipendio, ma dovrà essere effettuata direttamente dall'obbligato. E' quindi una forma meno sicura per le finanziarie che spesso di tutelano chiedendo la firma di cambiali.

Il prestito fiduciario si inserisce nella categoria dei prestiti non finalizzati per cui non è necessario che il soggetto beneficiario del finanziamento giustifichi la destinazione del capitale ricevuto.

Con questa tipologia di prestito è possibile ricevere dai 2.500 euro fino ai 60.000 euro rimborsabili con rate dai 12 ai 120 mesi. La durata del contratto fino ai 10 anni permette di avere delle rate maggiormente ridotte per permettere ad ogni tipologia di lavoratore di risolvere in modo regolare la restituzione del capitale.

E' possibile ricorrere all'estinzione anticipata con risparmio totale degli interessi sul capitale rimborsato in anticipo (richiedendo il conto estintivo alla società che ha concesso il prestito).

CHI PUO' RICHIEDERE IL PRESTITO FIDUCIARIO?

Il prestito fiduciario può essere richiesto da lavoratori dipendenti o autonomi, da liberi professionisti, studenti e pensionati e può essere richiesto per importi fino a 60.000 € (sessantamila euro) dilazionabile in rate che non superano generalmente i dieci anni.

Il prestito fiduciario è erogato anche con altri finanziamenti in corso, a patto che, il cumulo delle rate rientri nella sostenibilità familiare, è invece negato a persone che sono cattivi pagatori e protestati.

REQUISITI PER OTTENERE IL PRESTITO FIDUCIARIO

Il prestito fiduciario è la soluzione ideale per ogni tipologia di lavoratore che necessita di avere una somma di denaro per sostenere delle spese urgenti o impreviste senza dover produrre la documentazione necessaria a giustificare la destinazione della somma di denaro ricevuta. Per ottenere il prestito fiduciario è necessario avere:

  • contratto di lavoro a tempo indeterminato o determinato (una busta paga);
  • anzianità di servizio di almeno 24 mesi;
  • pensione;
    età anagrafica compresa tra i 18 e i 62 anni;
  • studente con agevolazioni previste dall'Università di iscrizione.

Il prestito fiduciario è richiedibile anche da determinate tipologie di studenti universitari grazie a delle particolari convenzioni della facoltà di iscrizione. Il finanziamento permette di ottenere una somma di denaro in proporzione alle garanzie che lo studente può apportare nella regolare restituzione del capitale erogato.